News Archivi - Avis Comunale di Fiuggi

Aperte le iscrizioni per il raduno della montagna del 2 giugno

Per chi vuole passare un 2 GIUGNO facendo una bella passeggiata in montagna, AVIS FIUGGI e AVIS SERMONETA organizzano una gita al Santuario della S.S. Trinità di Vallepietra.
Il programma:

  • ore 8,30: ritrovo sede Avis Fiuggi
    Partenza con mezzo proprio per Vallepietra
  • ore 10,30 Santa Messa
  • ore 12.00 Rientro a Fiuggi
  • ore 13,00 Pranzo presso ristorante in località Madonnina di Fiuggi
  • ore 15,00 Musica popolare

Per PRENOTAZIONI:
AVIS FROSINONE/FIUGGI
Rita 349.0502534
Renata 335.6457974
Oppure chiama il numero 0775547483 o invia una mail a info@avisfiuggi.it

AVIS LATINA/SERMONETA
Armando 333.8330194
Martina 340.9969301

Scarica la locandina qui https://www.avisfiuggi.it/wp-content/uploads/2022/05/Gita_Avis_Fiuggi.pdf

  

Richiesta prenotazione per donazioni sangue – Giugno 2022

Prossime Donazioni: il 5 e il 20 Giugno

 Read more

II 14 giugno è la Giornata mondiale del donatore di sangue

“Donare sangue è un gesto di solidarietà. Unisciti a noi e salva delle vite”. È questo, nella versione italianizzata del manifesto di AVIS Nazionale, il claim scelto dall’OMS in vista della Giornata mondiale del donatore di sangue per il prossimo 14 giugno.

L’appuntamento, come di consueto, è volto a sensibilizzare l’opinione pubblica sull’importanza della donazione di emocomponenti e, soprattutto, a sottolineare l’impegno fondamentale di chigratuitamente, compie questo gesto solidale a favore di tanti pazienti. Un vero e proprio supporto strategico per tutti i sistemi sanitari nazionali. L’obiettivo della campagna dell’Organizzazione mondiale della Sanità è proprio quello di richiamare l’attenzione su quanto le donazioni volontarie rafforzino la solidarietà all’interno di ogni comunità.

Nella fattispecie:

  • ringraziare i donatori di sangue nel mondo e creare una più ampia consapevolezza pubblica della necessità di una donazione di sangue regolare e non retribuita;
  • evidenziare la necessità di una donazione di sangue impegnata tutto l’anno, per mantenere forniture adeguate e raggiungere l’universalità e la tempestività di trasfusioni di sangue sicure;
  • riconoscere e promuovere il valore della donazione volontaria di sangue non retribuita nel rafforzare la solidarietà e la coesione sociale della comunità;
  • sensibilizzare sulla necessità di maggiori investimenti da parte dei governi per costruire un sistema trasfusionale nazionale sostenibile e resiliente e aumentare la raccolta da parte dei donatori volontari di sangue non remunerati.

“Donare sangue è un gesto di solidarietà. Unisciti a noi e salva delle vite” è anche il titolo del convegno che AVIS Nazionale sta organizzando per martedì 14 giugno dalle 10:30 alle 13:00 a Palazzo Santa Chiara, in piazza di Santa Chiara 14 a Roma.

 

 

  

Positivo il bilancio 2021 di Avis Fiuggi

 Read more

AVIS DONA UN DEFIBRILLATORE ALLA SCUOLA ALBERGHIERA DI FIUGGI

Anche la Scuola Alberghiera di Fiuggi “Michelangelo Buonarroti” avrà il suo defibrillatore grazie alla donazione di Avis Fiuggi, da sempre sensibile alle tematiche che riguardano la sicurezza sui luoghi di lavoro, la sensibilizzazione giovanile e la formazione scolastica. Uno strumento di primo intervento, il defibrillatore, dispositivo elettromedicale che – ricordiamo – consente il ripristino del normale ritmo cardiaco che, se attivato in tempo, può salvare una vita, come ha dimostrato il salvataggio del calciatore della Danimarca Eriksen.

La cerimonia di donazione, avvenuta nei prestigiosi saloni dell’Istituto alberghiero, ha visto la presenza del dirigente scolastico Dott. Ing. Francesco Cozzolino, della prof.ssa Mariangela Maina, referente del progetto “Premio Buonarroti”, e di numerosi rappresentanti di enti locali oltre, naturalmente, al presidente di Avis Fiuggi, Rita Scarselletta.

“Un’occasione importante per ribadire, ancora una volta, l’importanza della raccolta del sangue. – ha affermato la presidente – Noi, come Avis Fiuggi, stiamo sempre attenti a diffondere la cultura della donazione nei confronti delle nuove generazioni. E lo abbiamo fatto anche questa volta, attraverso un’iniziativa importante come la donazione di un defibrillatore ad una scuola, un’eccellenza del territorio. Voglio sottolineare – ha proseguito la presidente – come sia stata numerosa la partecipazione dei ragazzi e del personale della scuola nella giornata di raccolta sangue che abbiamo dedicato esclusivamente a loro. Con questa donazione abbiamo consolidato una collaborazione con  il Michelangelo Buonarroti di Fiuggi che, sono sicura, proseguirà nel tempo con tante altre iniziative per coinvolgere la città e le scuole sulla necessità della raccolta, soprattutto in un momento come questo”.

Defibrillatore e targhe

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

L’Ing. Cozzolino, dirigente scolastico, oltre a ringraziare e sottolineare l’importanza di realtà come Avis, ha presentato il “Premio Buonarroti”, un concorso rivolto alle scuole secondarie di primo grado del Lazio, che ha l’obiettivo di potenziare l’interazione tra lo storico Istituto scolastico, le scuole del Lazio e il territorio di appartenenza. Ogni classe dovrà realizzare un prodotto multimediale che coinvolga i quattro settori dell’Istituto alberghiero: cucina, pasticceria, sala e bar, accoglienza turistica. Un modo per realizzare progetti creativi sempre più sostenibili e favorire la cooperazione tra gli alunni, nonché promuovere il famoso brand della Scuola Alberghiera di Fiuggi nel Lazio.

  

DONAZIONI, VACCINI E GREEN PASS: FACCIAMO CHIAREZZA

Il caso dei genitori no-vax che avevano impedito la trasfusione al figlio di tre anni, reclamando solo sangue proveniente dai no-vax, è solo l’ennesima dimostrazione degli effetti dannosi provocati dalle fake news in circolazione. Il tribunale di Modena ha accolto l’istanza dei medici decidendo che «la salute del bimbo viene al primo posto» e ci sono le garanzie di assoluta sicurezza del sangue fornito dall’ospedale, togliendo peraltro anche la patria potestà ai genitori. Un caso emblematico che evidenzia ancora una volta l’infondatezza e la pericolosità delle fake news che girano sui social, come il caso dell’irruzione violenta da parte di rappresentanti no-vax nelle sedi di raccolta AVIS come avvenuto in quella di Modena.

Su questi temi è intervenuto il presidente di Avis nazionale Gianpietro Briola che, in una nota a tutte le sedi Avis su territorio, fa chiarezza sui punti più dibattuti.

1) IL SANGUE DEI VACCINATI È SICURO
Non esistono differenze tra il sangue dei vaccinati e dei non vaccinati. Il sangue delle persone vaccinate viene regolarmente raccolto e trasfuso sin dall’inizio della campagna vaccinale.
Il sangue delle persone vaccinate viene regolarmente raccolto e trasfuso sin dall’inizio della campagna vaccinale.

Come viene spiegato anche in questo video del Centro Nazionale Sangue, se ci fossero state delle controindicazioni il sistema ora sarebbe in gravissime difficoltà. I dati ci dimostrano, invece, che il nostro Paese nel 2021 si è riconfermato autosufficiente nella raccolta di sangue, registrando un incremento del 4,3% delle donazioni di sangue e del 3,5% nelle trasfusioni. Questo significa che il sangue dei vaccinati è stato impiegato nelle attività cliniche e sanitarie senza riscontrare alcuna controindicazione.

L’attuale flessione registrata sul territorio nazionale e in particolare in alcune Regioni del nostro Paese non è, quindi, ascrivibile alla mancata idoneità dei donatori vaccinati, ma alla variante Omicron che sta costringendo numerosi donatori, medici e infermieri a periodi di quarantena.

Sempre su questo tema, occorre precisare che da sempre la parte immunitaria presente nel sangue raccolto (es. globuli bianchi) viene filtrata e rimossa dalla sacca. Quindi, a prodotto finito, le componenti trasfuse tra un vaccinato e un non vaccinato sono identiche.

2) LA DONAZIONE DI SANGUE RIENTRA TRA LE PRESTAZIONI SANITARIE NON DEROGABILI
Pertanto, come precisato dalla Direzione generale della prevenzione sanitaria del Ministero della Salute nella circolare disponibile a questo link, non è richiesto il green pass per poter donare, così come non viene richiesto per accedere al Pronto Soccorso e ad altre prestazioni sanitarie non differibili.

3) LA DONAZIONE È UN GESTO DI GENEROSITÀ CHE VA COMPIUTO REGOLARMENTE E NON PUÒ ESSERE UTILIZZATO COME STRUMENTO DI PROTESTA
Ci sono giunti dei messaggi di persone non vaccinate che, qualificandosi come donatori, hanno dichiarato di voler sospendere le proprie donazioni come segno di protesta nei confronti delle istituzioni e delle norme attualmente vigenti. Vi invitiamo pertanto a ribadire che sospendere la donazione perché ci si sente discriminati è un comportamento irresponsabile, perché comporta a sua volta una discriminazione nei confronti di oltre 1.800 pazienti che quotidianamente necessitano di trasfusioni.

Infine il presidente Briola chiude la nota con un appello: “Invitiamo tutti gli associati e i volontari a denunciare prontamente e a segnalarci aggressioni, minacce, offese che, purtroppo, in questi giorni si stanno verificando presso molte sedi Avis del territorio nazionale”

  

12 Febbraio, ore 16.00: Convocazione Assemblea Soci Avis Fiuggi

 Read more

Buone Feste da AVIS FIUGGI

 Read more

Al via la 6ª edizione del “PerCorso Varasi”

 Read more

Prevenzione tumori, il 7 novembre esami gratuiti nella sede di Avis Fiuggi

 Read more